Vetri e rivestimenti nei migliori binocoli: quali scegliere e perché

I tipi di vetro che compongono l’obiettivo di un binocolo non sono tutti uguali. Si prendano i vetri standard a bassissima dispersione (ED): questi sono vetri di alta qualità reperibili soltanto nel binocolo superiore, ultimamente più presenti in tutte le fasce di prezzo. Uno dei principali vantaggi di questo tipo di vetro è che aiuta a ridurre l’aberrazione cromatica, che è l’incapacità dell’obiettivo a focalizzare tutti i colori su un singolo punto, provocando frange cromatiche attorno ai bordi dell’immagine. Ci sono, poi, vetri a più alta definizione degli ED che sono stati battezzati in gergo tecnico come ‘HD glass’ secondo una moderna terminologia di marketing. E non è finita. Infatti, si può trovare un tipo ibrido di vetro che corriponde al tipo ED, ma in più contiene fluoro ed è conosciuto come Flouride (FL).

In altri termini, il vetro FL è un tipo di vetro ED, che si differenzia per il fatto di contenere fluoro. Un altro aspetto basilare che entra, necessariamente, nel giudizio finale di un binocolo è il rivestimento del corpo dello strumento. Ogni volta che attraversa il binocolo, circa il 5% della luce viene riflessa e persa. Questo crea disagi quando si fa affidamento proprio sulla luce per rendere l’immagine più chiara e luminosa, ma solo la metà della stessa raggiunge l’occhio. I produttori di binocoli hanno sviluppato degli speciali rivestimenti da applicare al vetro dell’obiettivo per favorire la soluzione del problema di perdita della luce, che pregiudica la resa visiva del binocolo. Questi rivestimenti sono, in genere, delle sottilissime pellicole, ogni azienda adotta rivestimenti unici non esistente uno standard di fabbrica, si tratta in ogni caso di specifici rivestimenti da collocare sulla superficie dell’obiettivo.

Di frequente, viene utilizzata per la fattura di questi prodotti della fluorite di magnesio, una componente rinvenibile nei modelli più economici. Un’alternativa è rappresentata da un rivestimento ‘total’ che copre tutte le superfici ‘aria-vetro’ del binocolo oppure può trattarsi di sistemi ‘multi-coated’ consistenti in più rivestimenti su almeno una delle superfici dell’obiettivo o, ancora, di multistrati su tutti gli obiettivi e le superfici interne del binocolo. Questi ultimi sistemi integrali hanno un costo di produzione superiore ma sono gli unici in grado di far arrivare la maggior quantità di luce all’occhio dell’osservatore.

Per ulteriori informazioni sui binocoli e la loro costruzione vi segnalo questo sito.